Vai al contenuto
Home » Buyer Persona esempio: un template da scaricare e 2 modelli per B2B e B2C

Buyer Persona esempio: un template da scaricare e 2 modelli per B2B e B2C

Buyer Personas Template

Stai cercando un Esempio di Buyer Persona? Ecco perché utilizzare un Buyer Personas Template e come sfruttarlo per una strategia di comunicazione efficace.

Se hai un’azienda o stai per avviare una startup, molto probabilmente avrai già preso in considerazione il concetto di target.

Si tratta del tuo pubblico, cioè di coloro che potrebbero essere interessati a ciò che offri, sia esso un prodotto o un servizio.

La maggior parte delle aziende ha ben presente qual è il proprio target, ma poche conoscono e utilizzano un Buyer Personas Template, cioè uno strumento che consente di schematizzare le caratteristiche salienti del proprio “cliente ideale”.

Altro non è che uno stratagemma per mettere bene a fuoco la tipologia di persone che rientrano nel tuo target. Come? Inserendo una serie di informazioni concrete che ti permetteranno di strutturare una strategia di comunicazione direzionata sulla singola persona.

Un marketing efficace, infatti, si basa sull’entrare in empatia con il proprio target, che non è soltanto un numero ma è composto da persone, che hanno i propri obiettivi, valori, paure e preferenze.

Ragionare sul target senza fare una minima distinzione porta inevitabilmente alla creazione di una comunicazione troppo generica: messaggi che dovrebbero valere “per tutti” in realtà non colpiscono mai nessuno.

Quindi, meglio suddividere ulteriormente il proprio target individuando delle Buyer Personas, per poi direzionare a ognuna un messaggio specifico che tenga conto dei singoli bisogni e aspettative.

Questo ragionamento aiuta molto anche a impiegare correttamente il budget disponibile che non andrà più a colpire una vasta platea di persone ma sarà suddiviso in più parti per quante sono le Buyer Personas create.

Basta pensare all’utilità di questo meccanismo con l’advertising su Facebook, dove possiamo indicare le caratteristiche e gli interessi delle persone a cui vogliamo mostrare il nostro annuncio.

Ma quante Buyer Personas creare? Non c’è un numero minimo o massimo, tutto dipende dal tipo di business, B2B o B2C (cioè rivolto ad altre aziende o ai consumatori finali).

Tranne rari casi, comunque, è sempre consigliabile compilare 2 o 3 Buyer Personas Template, per avere una rappresentazione completa ma allo stesso tempo schematica di tutto il target.

Continua a leggere per creare il tuo modello e scoprire qualche esempio di Buyer Persona, sia per B2B che per B2C.

Indice dei contenuti

Il Buyer Personas Template è un modello da compilare con una serie di informazioni, che si diversificano in base al tipo di Buyer Persona.

Se si tratta di un cliente finale, e quindi l’azienda ha un business B2C, creare una Buyer Personas vuol dire dargli un volto, un nome e una serie di caratteristiche. In questo modo potremmo renderlo “reale” e definire la sua personalità.

Tra poco vedremo qualche esempio concreto di Buyer Persona, ma prima vediamo come creare la sua scheda.

Si parte dai dati anagrafici della persona che andiamo a identificare come nostro “cliente ideale”. Possiamo creare un vero e proprio identikit, completo di interessi, obiettivi e frustrazioni.

Quando il business è B2B, però, potrebbe risultare più complesso elaborare una Buyer Persona. In realtà, per semplificare questa operazione, dobbiamo comunque considerare che, anche se ci rivolgiamo ad altre aziende, abbiamo sempre a che fare con delle persone.

Ad esempio, di solito i business B2B si interfacciano direttamente con i Responsabili Commerciali, oppure con i Responsabili delle Risorse Umane o ancora proprietari d’azienda o amministratori delegati.

Anche se l’obiettivo è quello di vendere prodotti o servizi alle aziende, dobbiamo comunque interfacciarci con delle persone. Dobbiamo cercare di entrare in empatia con loro e cercare di capire che cosa cercano e come si muovo online.

Noi di Seo Blog Services siamo consapevoli di quanto la creazione delle Buyer Personas possa essere un’attività macchinosa e non perfettamente chiara per chi non vi si è mai approcciato.

Per questo ti proponiamo alcune Buyer Persona: esempi sia per business B2C e B2B.

Ricorda: puoi ricevere gratuitamente il modello che vedi negli esempi direttamente nella tua casella di posta. Non ti resta che stamparlo e compilarlo sulla base del tuo target.

Ti basterà contattarci a info@seoblogservices.it o tramite questo form, indicando che sei interessato al Buyer Personas Template, per riceverlo gratis e iniziare a creare l’identikit del tuo “cliente ideale”.

Esempio di Buyer Persona B2C

Passiamo alla pratica con il primo esempio di Buyer Persona.

Ipotizziamo di dover creare le Buyer Personas per un Corriere che opera su tutto il territorio nazionale. In questo caso, l’azienda ha clienti sia business (cioè altre aziende) che i privati.

Prendiamo in esame la Buyer Personas B2C, quindi il privato, che saltuariamente ha necessità di spedire pacchi.

Naturalmente, la Buyer Personas creata non può essere esaustiva per tutti i tipi di persone che rientrano nel target. Per questo, il consiglio è di crearne più di una.

Esempio di Buyer Personas B2C
Esempio di Buyer Personas B2C

Nel Buyer Personas Template in foto, puoi vedere che abbiamo creato l’identikit di Maria Rossi. Si tratta di una donna di 50 anni, sposata con figli che vivono lontano da casa.

Ha due obiettivi principali: spedire pacchi ai figli e acquistare online senza doversi preoccupare per un eventuale reso.

Nell’immagine puoi vedere di che cosa ha paura, che cosa la infastidisce e che cosa pensa, generalmente, dei Corrieri. Si tratta di aspetti che non la lasciano soddisfatta quando prova i servizi della concorrenza.

Per questo, l’azienda per cui abbiamo ipotizzato questa Buyer Persona dovrebbe strutturare una comunicazione mirata a rassicurare Maria. Dovrebbe anche fondare la propria Value Proposition proprio sugli aspetti delle soluzioni già sul mercato che la lasciano perplessa e non soddisfatta.

Inserire tutti questi dettagli, come il luogo in cui vive, i suoi valori e gli interessi ma anche qualche esempio di brand che segue, ci aiuta a dare un contesto. Così, saremo di fronte a un cliente verosimile a cui spiegare che comprendiamo i suoi dubbi e che facciamo di tutto per risolvere i suoi problemi.

La sezione relativa ai canali, invece, ci è utile per capire dove va ad informarsi, così da sfruttarli come canali di marketing. L’advertising può essere un’opzione, oppure possiamo studiare le strategie messe in atto dai competitor e fare di meglio.

Se l’azienda che stiamo immaginando fosse reale, potremmo andare a creare altri identikit sulla stregua di questo primo esempio di Buyer Persona per B2C.
Vediamo adesso un esempio per quei business che si rivolgono ad altre aziende.

Esempio di Buyer Persona B2B

Per creare un Buyer Personas Template B2B, invece, è consigliabile prendere in considerazione anche altri aspetti, rispetto a quanto abbiamo visto nell’esempio di Buyer Persona B2C.

Invece di concentrarci sulla personalità e sulla sua quotidianità, come abbiamo fatto per Maria, dobbiamo focalizzarci sulle soluzioni per un’azienda. L’importante è ricordare che ci stiamo rivolgendo ad una figura professionale che si occupa delle spedizioni.

Facciamo l’esempio di un Responsabile Commerciale di un’azienda agricola della provincia di Bologna, che da poco ha aperto il suo e-commerce. Vende marmellate prodotte con i frutti dei propri terreni ed è in cerca di un Corriere per iniziare a evadere gli ordini pervenuti.

Esempio di Buyer Personas B2B
Esempio di Buyer Personas B2B

In questo caso, è più interessante prendere in considerazione il tipo di linguaggio che utilizza sul lavoro, che è settoriale, per entrare in sintonia con lui e fargli capire che “parliamo la stessa lingua”.

Anche il settore, poi, è da analizzare, così come la propensione alla digitalizzazione. Tradizionalmente, il settore food, in special modo l’agricoltura, non è molto digitalizzato. Ma anche a causa delle conseguenze della pandemia molte aziende agricole hanno aperto il proprio e-commerce.

Si può quindi dire che il settore si è avviato alla digitalizzazione, anche se da poco tempo, ed è quindi raggiungibile online tramite il digital marketing. Se ciò non fosse avvenuto, avremmo dovuto optare per un marketing tradizionale, offline.

Per quanto riguarda i brand, invece, può esserci utile ragionare sui competitor a cui l’azienda si è rivolta, senza però riuscire a soddisfare pienamente i suoi bisogni. Così, potremmo offrire qualcosa di migliore, veicolando messaggi ad esempio attraverso i siti di comparazione delle tariffe di spedizione.

Ecco, quindi, che ci siamo fatti un’idea anche di un possibile interlocutore in ambito B2B, a cui rivolgere una comunicazione specifica.

Se vuoi ricevere gratuitamente i modelli da compilare che hai visto in questo articolo, per creare le tue Buyer Personas, rivolgiti al tuo consulente SEO!

Ricorda di indicare che desideri ricevere il Buyer Personas Template per riceverlo comodamente nella tua casella di posta.